it-ITen-US
TOSSE GRASSA

La tosse, seppure vista come un fastidio, è in realtà un grandissimo aiuto per il corpo. Si tratta infatti di un vero e proprio meccanismo di autodifesa, attraverso il quale l'organismo cerca di espellere dalle vie respiratorie agenti irritanti o infettivi, che vengono intrappolati dal catarro, una mucosa difensiva secreta dagli organi dell'apparato respiratorio.

Tosse in gravidanza: quali sono i possibili rimedi?

Tosse in gravidanza: quali sono i possibili rimedi?

Quando si aspetta un bambino si sta sempre molto attente a evitare qualsiasi tipo di contagio, perché si è consapevoli di non avere a disposizione molti farmaci per curarsi o per cercare di alleviare i sintomi di eventuali malattie. Ecco perché è consigliata la vaccinazione contro l'influenza. Proprio per limitare le possibilità di ammalarsi. 

Può comunque capitare di prendersi un brutto raffreddore o un'influenza. Tra i sintomi più fastidiosi c'è la tosse. 

Va subito detto che durante la gravidanza il feto è protetto dalla placenta. Solo in situazioni particolarmente gravi può accadere che la placenta si possa lesionare, facendo entrare in contatto il "bambino" con virus e batteri. Ma, come si diceva, sono casi del tutto eccezionali.  

Non avendo però molte frecce all'arco da poter utilizzare, la cosa migliore è mettersi subito al lavoro per fermare la tosse. 

Bisogna fare particolare attenzione alla tosse secca, perché generalmente è causata da infezioni, che possono portare a conseguenze importanti. 

Il farmaco da scegliere è il paracetamolo, che va bene anche per abbassare la febbre, nel caso si presenti. Se dopo 3-4 giorni non c'è un miglioramento dei sintomi, bisogna assolutamente consultare il medico prima di proseguire con la terapia. 

Aspirina o ibuprofene o comunque tutti i farmaci antinfiammatori non steroidei sono da evitare perché possono influire in modo significativo con lo sviluppo del feto. Lo stesso vale per l'antibiotico. Sarà comunque il medico a decidere nei casi più seri, analizzando il rapporto tra benefici e rischi per la gravidanza. 

Si possono provare anche molti rimedi più soft, spesso chiamati rimedi della nonna. I principali sono: 

  1. bere molti liquidi, perché aiutano a rendere più fluido il catarro e a facilitarne la fuoriuscita; 
  2. fare gargarismi con il succo di limone o con la salvia può far diminuire la sensazione di prurito nella faringe, che spesso genera il sintomo della tosse;
  3. utilizzare i lavaggi nasali con soluzione fisiologica, gli stessi che si usano per liberare il naso dei bambini;
  4. fare i fumenti o suffumigi con acqua calda e sale grosso o in alternativa bicarbonato. Si possono usare anche gli oli essenziali di menta piperita o di timo. 

Bisogna ricordarsi che gli ambienti secchi, tipici delle case in inverno perché sono sempre riscaldate, sono un fattore di rischio per mal di gola e tosse. È quindi utile utilizzare un umidificatore, in particolare in camera da letto, per evitare di dormire in un luogo secco.

Theme picker

Il tuo
Fluimucil
Puoi trovare il prodotto Fluimucil adatto a te.
Fattori di rischio
  • Fumo
  • Sbalzi di temperatura
  • Luoghi affollati (in cui l'infezione si diffonde rapidamente)
Consigli Utili per il trattamento
Non sedare il riflesso della tosse.

Fluidificare il catarro per una migliore espettorazione

Nota: vi rendiamo attenti sul fatto che state per lasciare il sito www.fluimucil.ch. Zambon Svizzera SA non ha alcuna influenza sui contenuti e sul concetto delle pagine linkate e declina quindi ogni responsabilità.

continua