it-ITen-US
IL RAFFREDDORE COMUNE

Il raffreddore comune, o rinite virale, è la malattia più diffusa al mondo; ogni anno, un miliardo di persone ha a che fare con i fastidi e i malesseri tipici di questa infezione, che può avere molteplici cause.

Allergie: prick test addio?

Allergie: prick test addio?

Il prick test è il principale esame per la diagnosi delle allergie. In pratica si prova l'allergene sospetto sulla pelle del paziente per controllare eventuali reazioni allergiche. Si chiama così, dall'inglese prick, che vuol dire appunto puntura.

Si applica una goccia della sostanza che potrebbe scatenare l'allergia sulla pelle dell'avambraccio, facendola penetrare negli strati più superficiali tramite la punta di una piccola lancetta. Dopo la puntura, la goccia viene subito asciugata. Per le allergie alimentari talvolta si esegue il test cutaneo anche iniettando piccole quantità di cibi sospetti. Il prick test si effettua con una serie standard di allergeni, di solito una ventina. In mancanza di riscontri nella prima serie di prove, potranno essere testati successivamente allergeni di minore rilevanza, ma che potrebbero essere ugualmente responsabili dell'allergia in quel determinato paziente. Chi l'ha provato sa che è un esame che può rivelarsi anche molto fastidioso. Nella migliore delle ipotesi dovremo sottoporci a una ventina di punture. Se scopriamo di essere allergici a qualcuna delle sostanze iniettate la zona interessata si gonfia e si arrossa.

Normale che i ricercatori siano al lavoro per trovare un esame meno invasivo. Ecco che il test che sta dando i risultati più promettenti è un nuovo metodo basato semplicemente sull’olfatto. Vengono analizzate le urine dei pazienti prima e dopo aver annusato una sostanza. Il sistema è risultato già efficace per quanto riguarda l'ambrosia, ma il team di scienziati al lavoro si dice certo di riuscire a individuare gli elementi per capire se esista una sensibilità o meno. Inoltre è possibile capirne immediatamente anche la severità dell'allergia.

Il limite che stanno cercando di superare è che si può procedere con una sostanza alla volta, il che potrebbe voler dire doverci mettere molto tempo per verificare tutti gli allergeni. I risultati sono stati pubblicati sulla rivista scientifica dell'American Council on Science and Health.

Theme picker

Il tuo
Fluimucil
Puoi trovare il prodotto Fluimucil adatto a te.
Fattori di rischio
  • Stress
  • Contatto con individui raffreddati
  • Sbalzi termici
  • Ambienti affollati e poco areati (favoriscono l'infezione)
Consigli Utili per il trattamento
Liberare le vie aeree dal muco in eccesso

Riposare per accelerare il recupero

Nota: vi rendiamo attenti sul fatto che state per lasciare il sito www.fluimucil.ch. Zambon Svizzera SA non ha alcuna influenza sui contenuti e sul concetto delle pagine linkate e declina quindi ogni responsabilità.

continua