it-ITen-US
L'INFLUENZA

Ogni anno milioni di persone nel mondo si ammalano di influenza, una malattia virale nota all'uomo fin da oltre 2000 anni fa, ma le cui modalità di trasmissione e di contrasto sono state studiate solo a partire dagli ultimi 200 anni.

PASSA CON IL MOUSE SOPRA L'IMMAGINE E SCOPRI DI PIÙ SULL'INFLUENZA

CLICCA SUI PALLINI ROSSI E SCOPRI DI PIÙ SULL'INFLUENZA

I virus che causano l'influenza sono diversi e possono colpire diverse zone: nella maggior parte dei casi, le VIE AEREE sono la parte interessata dall'INFEZIONE.
Tra i sintomi, oltre alla febbre e ai fastidi respiratori, ci sono anche i DOLORI MUSCOLARI E ARTICOLARI, dovuti al rilascio, da parte del corpo, di sostanze per contrastare l'infezione.
Fluimucil Influenza e Raffreddore, oltre ad ABBASSARE LA FEBBRE, ALLEVIA I DOLORI e decongestiona i tessuti infiammati delle vie aeree. In questo modo il recupero dall'influenza può essere più veloce.
L'influenza è un'infezione sistemica di diversi apparati (prevalentemente quello respiratorio, anche se in alcuni casi sono presenti sintomi gastrointestinali e osteomuscolari), dovuta all'azione di una famiglia di virus, gli Orthomyxovirus, composta da numerosi virus in costante mutazione.
Nei segmenti di popolazione più vulnerabili (bambini sotto i 2 anni e anziani oltre i 70) o nel caso di ceppi particolarmente virulenti come quello che colpì il mondo nel 1918, possono insorgere complicazioni dovute a infezioni batteriche secondarie che possono portare addirittura alla morte; in condizioni normali, però, il corretto trattamento dei sintomi e, laddove necessario, la vaccinazione o il ricorso agli antibiotici contro le infezioni secondarie, permettono un normale decorso della malattia nel giro di una settimana circa.

In una persona altrimenti sana, il trattamento dell'influenza si basa sulla cura dei sintomi per alleviare il disagio, la congestione respiratoria e i dolori; ad esempio, il paracetamolo contenuto in Fluimucil Influenza e Raffreddore abbassa la temperatura corporea, oltre ad avere un'azione analgesica, procurando sollievo dal mal di testa e dai dolori a ossa e muscoli, mentre la pseudoefedrina cloridrato aiuta a decongestionare le mucose nasali infiammate dall'influenza.

In aggiunta alla terapia farmacologica con Fluimucil Influenza e Raffreddore, alcuni rimedi naturali, come l'assunzione di infusi a base di zenzero, oli essenziali di eucalipto e timo, o miele, possono contribuire ad alleviare i sintomi influenzali; inoltre, per garantire un decorso sereno e un'espulsione del catarro completa e rapida, si consiglia riposo assoluto e un'adeguata idratazione per reintegrare i liquidi persi.
Il tuo
Fluimucil
Puoi trovare il prodotto Fluimucil adatto a te.
Fattori di rischio
  • Stretto contatto con soggetti infetti
  • Ambienti affollati e poco arieggiati
  • Stress
  • Ridotte difese immunitarie
Consigli Utili per il trattamento
Trattare i sintomi per alleviare i disagi

Ricorrere alla vaccinazione se si appartiene alle categorie vulnerabili (anziani, bambini, malati cronici)

Dal momento che l'influenza è una malattia virale, non assumere antibiotici se non in caso di complicazione batterica

Mal di gola: cosa mangiare e cosa evitar

Mal di gola: cosa mangiare e cosa evitar

Il principale sintomi che colpisce chi soffre di mal di gola è il dolore e la difficoltà di inghiottire. In realtà alcuni alimenti hanno un doppio ruolo importante: sono in grado di alleviare i sintomi e
aiutano il nostro organismo a superare prima l'attacco dei virus o dei batteri.

Mal di gola: quali cibi mangiare?

Frutta e verdura: naturalmente fare il carico di vitamine e sali minerali è particolarmente importante per combattere qualsiasi infezione, mal di gola compreso. In più frutta e verdura offrono potenti antiossidanti, che limitano i danni dei radicali liberi e le preziose fibre. Molto spesso la frutta è anche morbida, quindi ideale quando laringe o faringe sono infiammate. Tra la frutta da preferire ci sono certamente le banane, facili da deglutire e ricche di potassio e vitamina C.

Anche due ortaggi come aglio e cipolla possono rivelarsi molto utili. Il primo è un forte antimicrobico naturale, il secondo ha una benefica azione vasodilatante, che favorisce l'eliminazione del catarro. È però un falso mito quello che vuole che basti una cipolla a tenere lontana l'influenza. L'aglio, invece, dev'essere mangiato crudo.

Il succo di limone: bere un bel bicchiere di acqua tiepida con il succo di un limone non fa dimagrire come in molti sono convinti, ma disinfetta tutto il cavo orale e ci permette di rimanere idratati. Ottimo anche da usare per fare dei gargarismi, che combattono l'infiammazione.

Lo zenzero: è una radice particolarmente preziosa nei casi di influenza in generale e di mal di gola in particolare. Bere una tisana di zenzero aiuta a spegnere l'infiammazione, combatte la nausea e potenzia le difese immunitarie.

Il miele: è uno dei più usati rimedi delle nonne. Non ha tutte le proprietà che siamo convinti abbia, ma sicuramente è in grado di ammorbidire le mucose del cavo orale e ha una blanda azione mucolitica. Meglio sceglierlo nella versione integrale.

Brodo di pollo: è un vero toccasana per combattere gli stati influenzali. Contiene ovviamente molti liquidi, proteine di buona qualità, vitamine e sali minerali. Se cuociamo anche le ossa del pollo diventa ricco del prezioso collagene. Ecco la ricetta giusta per un brodo di pollo perfetto per combattere l'influenza.

La radice di liquirizia rafforza le difese dell'organismo. L'estratto invece usato per preparare gargarismi è utile per abbassare l'infiammazione.

Mal di gola: cosa è meglio evitare

Latte e latticini: sono ricchi di vitamine del gruppo B che danno energia e di proteine di buona qualità. Il problema è che possono stimolare la produzione di catarro e limitano l'assorbimento degli antibiotici, nel caso il mal di gola sia di origine batterica.

Cibo piccante: la gola è già infiammata, quindi è preferibili evitare spezie come il peperoncino, il pepe o il curry. Potrebbero peggiorare il senso di irritazione.

Bevande troppo calde: tisane, brodo e tè sono ottimi per restare idratati. L'infiammazione però trova giovamento da liquidi tiepidi o freddi. Evitate di assumerli bollenti, potrebbero acuire il dolore.

Caffè: oltre a non doverlo bere troppo caldo, il caffè ha un blando effetto diuretico. Evitiamolo quando abbiamo il mal di gola, perché le mucose devono restare idratate, per evitare di rendere l'ambiente troppo propizio per virus e batteri.

Alcolici: le bevande alcoliche disidratano il nostro corpo, seccando le mucose e peggiorando il mal di gola. Spesso, tra l'altro, interferiscono anche con l'azione dei farmaci.

Theme picker


Nota: vi rendiamo attenti sul fatto che state per lasciare il sito www.fluimucil.ch. Zambon Svizzera SA non ha alcuna influenza sui contenuti e sul concetto delle pagine linkate e declina quindi ogni responsabilità.

continua