it-ITen-US
L'INFLUENZA

Ogni anno milioni di persone nel mondo si ammalano di influenza, una malattia virale nota all'uomo fin da oltre 2000 anni fa, ma le cui modalità di trasmissione e di contrasto sono state studiate solo a partire dagli ultimi 200 anni.

PASSA CON IL MOUSE SOPRA L'IMMAGINE E SCOPRI DI PIÙ SULL'INFLUENZA

CLICCA SUI PALLINI ROSSI E SCOPRI DI PIÙ SULL'INFLUENZA

I virus che causano l'influenza sono diversi e possono colpire diverse zone: nella maggior parte dei casi, le VIE AEREE sono la parte interessata dall'INFEZIONE.
Tra i sintomi, oltre alla febbre e ai fastidi respiratori, ci sono anche i DOLORI MUSCOLARI E ARTICOLARI, dovuti al rilascio, da parte del corpo, di sostanze per contrastare l'infezione.
Fluimucil Influenza e Raffreddore, oltre ad ABBASSARE LA FEBBRE, ALLEVIA I DOLORI e decongestiona i tessuti infiammati delle vie aeree. In questo modo il recupero dall'influenza può essere più veloce.
L'influenza è un'infezione sistemica di diversi apparati (prevalentemente quello respiratorio, anche se in alcuni casi sono presenti sintomi gastrointestinali e osteomuscolari), dovuta all'azione di una famiglia di virus, gli Orthomyxovirus, composta da numerosi virus in costante mutazione.
Nei segmenti di popolazione più vulnerabili (bambini sotto i 2 anni e anziani oltre i 70) o nel caso di ceppi particolarmente virulenti come quello che colpì il mondo nel 1918, possono insorgere complicazioni dovute a infezioni batteriche secondarie che possono portare addirittura alla morte; in condizioni normali, però, il corretto trattamento dei sintomi e, laddove necessario, la vaccinazione o il ricorso agli antibiotici contro le infezioni secondarie, permettono un normale decorso della malattia nel giro di una settimana circa.

In una persona altrimenti sana, il trattamento dell'influenza si basa sulla cura dei sintomi per alleviare il disagio, la congestione respiratoria e i dolori; ad esempio, il paracetamolo contenuto in Fluimucil Influenza e Raffreddore abbassa la temperatura corporea, oltre ad avere un'azione analgesica, procurando sollievo dal mal di testa e dai dolori a ossa e muscoli, mentre la pseudoefedrina cloridrato aiuta a decongestionare le mucose nasali infiammate dall'influenza.

In aggiunta alla terapia farmacologica con Fluimucil Influenza e Raffreddore, alcuni rimedi naturali, come l'assunzione di infusi a base di zenzero, oli essenziali di eucalipto e timo, o miele, possono contribuire ad alleviare i sintomi influenzali; inoltre, per garantire un decorso sereno e un'espulsione del catarro completa e rapida, si consiglia riposo assoluto e un'adeguata idratazione per reintegrare i liquidi persi.
Il tuo
Fluimucil
Puoi trovare il prodotto Fluimucil adatto a te.
Fattori di rischio
  • Stretto contatto con soggetti infetti
  • Ambienti affollati e poco arieggiati
  • Stress
  • Ridotte difese immunitarie
Consigli Utili per il trattamento
Trattare i sintomi per alleviare i disagi

Ricorrere alla vaccinazione se si appartiene alle categorie vulnerabili (anziani, bambini, malati cronici)

Dal momento che l'influenza è una malattia virale, non assumere antibiotici se non in caso di complicazione batterica

Riscaldamento troppo alto e rischio raffreddore-influenza

Riscaldamento troppo alto e rischio raffreddore-influenza

Termosifoni, caminetti e stufe ormai sono accesi per far fronte al freddo della stagione invernale. Il caldo è una coccola, ma le temperature poco sane che talvolta si creano negli ambienti chiusi (case, uffici, negozi) possono essere la causa dei tipici malanni di stagione. Al pari del freddo esterno.
Nei mesi autunnali e invernali, infatti, si vive più spesso al chiuso, dove il ricambio dell’aria è meno frequente. Il riscaldamento, spesso tenuto erroneamente a temperature troppo alte, può rendere l’aria secca e quando il livello di umidità ambientale si abbassa, si tende ad ammalarsi più facilmente perché probabilmente la secchezza dell’atmosfera è più favorevole alla diffusione dei virus influenzali. 

C’è poi lo sbalzo di temperatura quando si esce all’aria aperta, che di certo non aiuta e anzi aumenta il rischio di prendersi un malanno.
Come accorgersi che in casa si è creato un ambiente malsano? Prima di tutto se ci si sveglia con naso ostruito e bocca e gola disidratati. Se l’aria è troppo secca, infatti, la mucosa del naso può congestionarsi o infiammarsi. Durante la notte la temperatura va tenuta non oltre i 18 gradi, mentre l’umidità deve essere intorno al 40-50%. Consigliato anche dormire lontano da fonti dirette di calore, un’abitudine che potrebbe causare anche mal di testa o gonfiore degli arti inferiori. Per rimediare al naso chiuso, utili pomate emollienti o lavaggi nasali con spray. Una volta sbloccata la respirazione nasale, migliorerà anche la gola secca.

Persino la tosse può essere sintomo di un microclima sbagliato, soprattutto se in ufficio o in macchina, ambiente da cui si tende a entrare-uscire con più frequenza, nel primo caso per una pausa o una telefonata, nel secondo per delle commissioni al volo. La colpa in queste situazioni è degli sbalzi termici dall’interno all’esterno, ad esempio se si esce anche solo qualche minuto senza essere ben coperti. Cosa fare? Ovviamente non esagerare con le temperature, mettersi sempre una giacca e per sicurezza far controllare i filtri del riscaldamento dell’auto o dell’ufficio.

Theme picker


Nota: vi rendiamo attenti sul fatto che state per lasciare il sito www.fluimucil.ch. Zambon Svizzera SA non ha alcuna influenza sui contenuti e sul concetto delle pagine linkate e declina quindi ogni responsabilità.

continua