it-ITen-US
TOSSE GRASSA

La tosse, seppure vista come un fastidio, è in realtà un grandissimo aiuto per il corpo. Si tratta infatti di un vero e proprio meccanismo di autodifesa, attraverso il quale l'organismo cerca di espellere dalle vie respiratorie agenti irritanti o infettivi, che vengono intrappolati dal catarro, una mucosa difensiva secreta dagli organi dell'apparato respiratorio.

Tosse: lo sai che il colore del muco indica come va curata?

Tosse: lo sai che il colore del muco indica come va curata?

La tosse è uno dei malesseri di stagione più fastidiosi. Soprattutto se accompagnata da catarro (in questi casi viene definita “grassa”), che in base al colore non solo ci dice quanto il disturbo sia grave, ma anche come sarebbe meglio curarlo. 

Il catarro non è altro che muco secreto dalle ghiandole delle mucose respiratorie, composto da saliva, secrezioni paranasali e tracheobronchiali e da cellule epiteliali desquamate. La funzione del catarro è molto importante, non solo perché garantisce l’umidificazione del tratto respiratorio, ma perché cattura anche batteri e microorganismi.

Le secrezioni di muco prodotte in un giorno oscillano tra i 25 ml e i 100 ml e questa sostanza viene ingoiata naturalmente. Diventa un problema quando, per determinate ragioni, si assiste a una sua iperproduzione: si può arrivare a produrne fino a mezzo litro in un giorno. 

In genere dipende da malattie respiratorie come il raffreddore, la bronchite, la broncopneumopatia cronica ostruttiva (BPCO), la pertosse, la tubercolosi, eccetera. Quando se ne produce troppo, l’espettorato frena la circolazione dell'aria e di conseguenza il corpo reagisce con il meccanismo della tosse per cercare di espellerlo. Il catarro viene anche eliminato con la sua ingestione.

Osservare il colore del muco può essere d'aiuto per capire meglio il proprio stato di salute e individuare la cura più adatta. Ecco le indicazioni.

Catarro bianco o mucoso: questo tipo di espettorato è formato quasi esclusivamente da muco. È vischioso e filante e in genere è tipico delle bronchiti, dell'asma bronchiale e della fibrosi cistica. Molto comune anche tra chi fuma e gli allergici.

Catarro giallo-verdastro o purulento: è piuttosto denso e gelatinoso, tipico delle infezioni a carico del tratto tracheo-bronco-polmonare. Spesso contiene anche pus.

Catarro rosaceo o biancastro o sieroso: è schiumoso con una tipica sfumatura rosata. È comune nelle persone con edema polmonare, ma anche con altre malattie gravi, come il carcinoma polmonare.

Catarro a gelatina di lampone o emorragico: è composto da un mix di muco, sangue, siero o pus. È tipico delle neoplasie polmonari e delle broncopneumopatie.

Catarro fibrinoso: questa tipologia di muco è rara. In genere si verifica solo in caso di polmonite fibrinosa.
Quali sono le terapie? Naturalmente dipende dalla causa scatenante l’iperproduzione di muco. Solitamente vengono prescritti farmaci mucolitici ed espettoranti, che agiscono stimolando l'espulsione delle secrezioni. I mucolitici agiscono incrementando la fluidità del catarro, consentendo una più facile eliminazione.

Theme picker

Il tuo
Fluimucil
Puoi trovare il prodotto Fluimucil adatto a te.
Fattori di rischio
  • Fumo
  • Sbalzi di temperatura
  • Luoghi affollati (in cui l'infezione si diffonde rapidamente)
Consigli Utili per il trattamento
Non sedare il riflesso della tosse.

Fluidificare il catarro per una migliore espettorazione

Nota: vi rendiamo attenti sul fatto che state per lasciare il sito www.fluimucil.ch. Zambon Svizzera SA non ha alcuna influenza sui contenuti e sul concetto delle pagine linkate e declina quindi ogni responsabilità.

continua