it-ITen-US
L'INFLUENZA

Ogni anno milioni di persone nel mondo si ammalano di influenza, una malattia virale nota all'uomo fin da oltre 2000 anni fa, ma le cui modalità di trasmissione e di contrasto sono state studiate solo a partire dagli ultimi 200 anni.

PASSA CON IL MOUSE SOPRA L'IMMAGINE E SCOPRI DI PIÙ SULL'INFLUENZA

CLICCA SUI PALLINI ROSSI E SCOPRI DI PIÙ SULL'INFLUENZA

I virus che causano l'influenza sono diversi e possono colpire diverse zone: nella maggior parte dei casi, le VIE AEREE sono la parte interessata dall'INFEZIONE.
Tra i sintomi, oltre alla febbre e ai fastidi respiratori, ci sono anche i DOLORI MUSCOLARI E ARTICOLARI, dovuti al rilascio, da parte del corpo, di sostanze per contrastare l'infezione.
Fluimucil Influenza e Raffreddore, oltre ad ABBASSARE LA FEBBRE, ALLEVIA I DOLORI e decongestiona i tessuti infiammati delle vie aeree. In questo modo il recupero dall'influenza può essere più veloce.
L'influenza è un'infezione sistemica di diversi apparati (prevalentemente quello respiratorio, anche se in alcuni casi sono presenti sintomi gastrointestinali e osteomuscolari), dovuta all'azione di una famiglia di virus, gli Orthomyxovirus, composta da numerosi virus in costante mutazione.
Nei segmenti di popolazione più vulnerabili (bambini sotto i 2 anni e anziani oltre i 70) o nel caso di ceppi particolarmente virulenti come quello che colpì il mondo nel 1918, possono insorgere complicazioni dovute a infezioni batteriche secondarie che possono portare addirittura alla morte; in condizioni normali, però, il corretto trattamento dei sintomi e, laddove necessario, la vaccinazione o il ricorso agli antibiotici contro le infezioni secondarie, permettono un normale decorso della malattia nel giro di una settimana circa.

In una persona altrimenti sana, il trattamento dell'influenza si basa sulla cura dei sintomi per alleviare il disagio, la congestione respiratoria e i dolori; ad esempio, il paracetamolo contenuto in Fluimucil Influenza e Raffreddore abbassa la temperatura corporea, oltre ad avere un'azione analgesica, procurando sollievo dal mal di testa e dai dolori a ossa e muscoli, mentre la pseudoefedrina cloridrato aiuta a decongestionare le mucose nasali infiammate dall'influenza.

In aggiunta alla terapia farmacologica con Fluimucil Influenza e Raffreddore, alcuni rimedi naturali, come l'assunzione di infusi a base di zenzero, oli essenziali di eucalipto e timo, o miele, possono contribuire ad alleviare i sintomi influenzali; inoltre, per garantire un decorso sereno e un'espulsione del catarro completa e rapida, si consiglia riposo assoluto e un'adeguata idratazione per reintegrare i liquidi persi.
Il tuo
Fluimucil
Puoi trovare il prodotto Fluimucil adatto a te.
Fattori di rischio
  • Stretto contatto con soggetti infetti
  • Ambienti affollati e poco arieggiati
  • Stress
  • Ridotte difese immunitarie
Consigli Utili per il trattamento
Trattare i sintomi per alleviare i disagi

Ricorrere alla vaccinazione se si appartiene alle categorie vulnerabili (anziani, bambini, malati cronici)

Dal momento che l'influenza è una malattia virale, non assumere antibiotici se non in caso di complicazione batterica

I cibi di primavera per difese forti

I cibi di primavera per difese forti

Mangiare frutta e verdura di stagione dà la garanzia di trovarli al massimo del loro potenziale. Le vitamine, gli antiossidanti e i sali minerali che contengono ci aiutano a stare meglio e a difenderci con più efficacia contro l'aggressione di virus e batteri. Ecco la frutta e la verdura di primavera più potente.

  • Crescione: è un'insalata particolarmente apprezzata, che fornisce parecchi nutrienti che rafforzano il sistema immunitario. Tra questi, anche la vitamina C: 69 mg per 100 grammi che corrispondono al 115% della razione giornaliera raccomandata. La vitamina C permette un migliore assorbimento del ferro, che il crescione contiene. Quindi non c'è neanche bisogno di aggiungere limone o altre fonti di questa preziosa vitamina. Contiene anche calcio e magnesio, due sali minerali particolarmente utili per rafforzare il nostro sistema immunitario.
  • Asparagi: buonissimi in tutti i sensi, gli asparagi sono tra gli ortaggi più benefici in assoluto. Sono ricchi di fibre, vitamine E, C, B e A, oltre a contenere l'acido folico. Molti anche i sali minerali, tra i quali fosforo, calcio e il cromo, capace di migliorare la produzione di insulina e di abbassare i livelli di glucosio nel sangue quando alto. Gli asparagi contengono anche il glutatione, il più potente e importante fra gli antiossidanti. Combatte l’invecchiamento attraverso due vie principali: l’intestino ed il sistema circolatorio. Protegge le cellule, i tessuti e gli organi del corpo riuscendo a mantenerlo giovani.
  • Kiwi: è tra i frutti più ricchi di vitamina C. Cento grammi di kiwi apportano circa 85 mg di questa preziosa vitamina. Considerando che il nostro fabbisogno giornaliero è di 125 mg, basta mangiare un paio di kiwi al giorno per essere a posto. L'alto contenuto di antiossidanti rallenta l'invecchiamento cellulare. Attenzione, però: come tutti i frutti che contengono i semini non devono essere mangiati da chi soffre di diverticolosi o che abbia la sindrome dell'intestino irritabile.
  • Tarassaco: la sua radice stimola la funzionalità biliare, epatica e renale. Le foglie contengono vitamine A, B e C, ma anche l'inulina, che le conferisce il sapore amaro, ma che rende questa pianta antinfiammatoria e purificante. Ha anche poteri diuretici, grazie ai flavonoidi e al potassio. È importante per le difese immunitarie per la presenza di ossido nitrico, che riattiva il sistema linfatico.
  • Spinaci: è tra le verdure più potenti per il nostro benessere. Il loro punto di forza sono due importanti antiossidanti come la luteina e la zeaxantina, che rallentano l'invecchiamento cellulare e sono un portento per la vista. Contengono anche vitamine del gruppo B, in particolare l'acido folico e vitamina C. Questa vitamina è però termolabile, nel senso che diminuisce con il calore, quindi è meglio mangiarli crudi dopo averli ben lavati. Famosi per il ferro, in realtà non ne contengono moltissimo. Attenzione però se soffrite di calcoli ai reni, perché contengono l’acido ossalico.
  • Zucchine: sono ipocaloriche, povere di sodio e ricche di acqua. Sono una buona fonte di potassio, ma contengono anche acido folico, vitamina E e vitamina C. Attenzione, mangiatele sempre con la buccia. È lì che si concentrano le più importanti sostanze antiossidanti.
  • Fragole: oltre a essere deliziose, le fragole contengono alte quantità di vitamina C. Una porzione da 100 grammi fornisce praticamente il 100% della razione giornaliera raccomandata. Inoltre sono ricche di manganese e potassio, che com’è noto aiuta a regolare la pressione del sangue. Contengono acido folico e antociani, due molecole che hanno un’importante funzione contro il declino cognitivo.L’allergia alle fragole è piuttosto comune, specialmente nei bambini. Questo frutto contiene infatti una proteina che può scatenare la reazione del sistema immunitario nelle persone predisposte.
  • Piselli freschi: sono tra i legumi più digeribili in assoluto, quindi possono essere mangiati anche da chi ha problemi intestinali. I piselli freschi sono una buona fonte di ferro, fosforo, calcio, potassio, vitamina A, vitamina B1, vitamina C, vitamina PP. I piselli secchi, invece, forniscono soprattutto ferro, magnesio e zinco e sono più calorici.
  • Carote: le carote sono il cibo di riferimento per la vitamina A. In realtà sono particolarmente ricche di betacarotene, precursore della vitamina A. Il nostro corpo sintetizza la vitamina A, partendo proprio da questo carotenoide. La vitamina A, oltre ad essere preziosa per la pelle e per la vista, aiuta il benessere delle mucose, quindi anche delle vie respiratorie. Ma c'è di più: stimola la produzione dei linfociti T, particolarmente importanti per combattere le infezioni. Fornisce anche diversi sali minerali, tra cui sodio, potassio, calcio, ferro, fosforo e zinco. Meglio mangiarle crude, perché cotte hanno un indice glicemico alto.

Theme picker


Nota: vi rendiamo attenti sul fatto che state per lasciare il sito www.fluimucil.ch. Zambon Svizzera SA non ha alcuna influenza sui contenuti e sul concetto delle pagine linkate e declina quindi ogni responsabilità.

continua