it-ITen-US
COME CURARE

Come fare quando si viene affetti dalle patologie respiratorie? In questa sezione potrete trovare rimedi naturali e strategie utili a guarire il più velocemente e pienamente possibile dai malanni di stagione.

Allergie di settembre: ecco quali sono e cosa fare

Allergie di settembre: ecco quali sono e cosa fare

A settembre ci sono ancora le allergie ai pollini. La più diffusa è quella all'ambrosia, seguita da  quelle alle graminacee e alla parietaria.

L’ambrosia fiorisce ad agosto. Di conseguenza i suoi pollini sono dispersi nell'aria fino a tutto il mese di ottobre. Questa pianta erbacea si trova soprattutto nel Nord Italia. La parietaria si trova più facilmente al Centro Sud. I cambiamenti climatici però aggravano il problema delle allergie ai pollini, perché alcune piante estive continuano a produrre polline anche in autunno, prolungando di fatto il tempo di esposizione dei pazienti agli allergeni.

I sintomi che vivono coloro che sono allergici ai pollini sono particolarmente insistenti e fastidiosi.  Innanzitutto la classica rinite, quindi starnuti, naso che cola e congestione, oltre alla congiuntivite con bruciore e prurito agli occhi. Spesso gli occhi lacrimano in continuazione e si arrossano. Si diventa fotosensibili. In alcuni casi, quelli più severi, ci può essere anche la comparsa dell'asma. 

È bene ricordare che la maggior parte degli allergici all'ambrosia, è sensibile ad altri pollini e agli acari. 

Chi in questa stagione sperimenta tutti o alcuni di questi sintomi deve rivolgersi subito al proprio medico di base. In genere si procede al Prick Test, un esame cutaneo rapido e semplice. Il medico applica sull'avambraccio del paziente piccole quantità di allergeni. Successivamente vengono fatti piccoli graffietti per permettere la loro penetrazione nella pelle. Se ci sono manifestazioni cutanee, si è allergici. Se lo riterrà opportuno il medico prescriverà anche il Rast Test. Si tratta di un esame del sangue che "cerca" gli anticorpi che si attivano in presenza di un allergene. 

Una volta scoperto di essere allergici a un polline, sarà lo specialista a personalizzare la terapia. Di solito per combattere la rinite si usano spray nasali a base di steroidi topici. Per alleviare sintomi come starnuti, prurito al naso e al cavo orale, si somministrano antistaminici. Quelli di ultima generazione hanno pochi effetti collaterali.

Per l’asma sono invece disponibili farmaci specifici. In genere si usano farmaci corticosteroidei per via inalatoria che possono essere associati anche a farmaci broncodilatatori.

Theme picker

Sintomi e Disturbi
Puoi scoprire di più sui malanni di stagione.
Per saperne di più
Notizie e approfondimenti utili per te.

Nota: vi rendiamo attenti sul fatto che state per lasciare il sito www.fluimucil.ch. Zambon Svizzera SA non ha alcuna influenza sui contenuti e sul concetto delle pagine linkate e declina quindi ogni responsabilità.

continua