Header Color:
Main Color:
Footer Color:
Background Image:
  • Banner_bg1
  • Banner_bg2
  • Banner_bg3
  • Banner_bg4
  • Banner_bg5
  • Banner_bg6
  • Banner_bg7
  • Banner_bg8
RINOFLUIMUCIL

Perché usarlo ?

Rinofluimucil Spray Nasale

Approfondisci l'argomento

È uno spray nasale a base di N-AcetilcisteinaTuaminoeptano solfato per la cura delle riniti, delle sinusiti e delle congestioni nasali.

Adulti: 2 erogazioni per narice, 3-4 volte al giorno.

Bambini: 1 erogazione per narice, 3-4 volte al giorno.

Rinofluimucil è indicato nel trattamento di riniti acute e subacute, riniti croniche e muco-crostose, riniti vasomotorie e sinusiti.

Rinofluimucil in spray nasale contiene: principio attivo – N-Acetilcisteina e Tuaminoeptano solfato; Eccipienti – Benzalconio cloruro, ditiotreitolo, sodio edetato, sodio fosfato bibasico, sodio fosfato monobasico, sodio idrossido, alcool, ipromellosa, sorbitolo 70%, aroma naturale di menta, acqua depurata.

Rinofluimucil libera le narici e le cavità nasali sciogliendo il muco in eccesso; inoltre, decongestiona le mucose nasali infiammate.

La N-acetilcisteina esercita un’intensa azione mucolitica e fluidificante sul catarro, depolimerizzando i complessi proteici e gli acidi nucleici che lo rendono vischioso; ha inoltre un’azione antiossidante che inibisce i radicali ossidanti e incrementa i meccanismi di difesa delle membrane respiratorie. Il tuaminoeptano solfato decongestiona le mucose nasali attraverso un'azione vasocostrittrice senza evidenti effetti sistemici.

Interazioni con altri farmaci

 

Il tuaminoeptano solfato contenuto Rinofluimucil viene scarsamente assorbito a livello sistemico attraverso le mucose nasali, tuttavia potrebbero verificarsi le seguenti interazioni con altri prodotti:

 

-       Inibitori delle monoamino ossidasi e inibitori reversibili delle monoamino ossidasi, con possibile aumento del rischio di crisi ipertensive;

-       Antipertensivi, bloccanti del neurone adrenergico e beta bloccanti, con possibile blocco degli effetti ipotensivi;

-       Glicosidi cardiaci, con possibile aumento del rischio di disritmie;

-       Alcaloidi dell'ergot, con possibile aumento del rischio di ergotismo;

-       Farmaci antiparkinson, con possibile aumento del rischio di tossicità cardiovascolare;

-       Ossitocina, con possibile aumento del rischio di ipertensione.

Rinofluimucil è controindicato nei seguenti casi:

  • Ipersensibilità al principio attivo o ad uno qualsiasi degli eccipienti.
  • Glaucoma ad angolo ristretto.
  • Ipertiroidismo.
  • Durante e nelle due settimane successive a terapia con inibitori delle monoaminoossidasi (IMAO).
  • Bambini di età inferiore ai 12 anni.
  • Feocromocitoma.
  • Durante l’uso di altri agenti simpaticomimetici, inclusi altri decongestionanti nasali.
  • Ipofisectomia o interventi chirurgici con esposizione della dura madre.

 

I dati relativi ad un limitato numero di donne in gravidanza esposte ad N-acetilcisteina non hanno indicato alcun effetto negativo sulla gravidanza stessa o sulla salute del feto/neonato. Non ci sono inoltre su donne in gravidanza esposte al tuoaminoeptano o studi sugli animali con il tuoamonoeptano. Non sono altresì disponibili informazioni sull’escrezione dell’N-acetilcisteina e del tuaminoeptano nel latte materno; pertanto, Rinofluimucil non è raccomandato in gravidanza o durante l'allattamento e va somministrato con cautela in età pediatrica.

 

Nei pazienti con malattie cardiovascolari, e specialmente negli ipertesi, l’uso dei decongestionanti nasali deve essere di volta in volta sottoposto al giudizio del medico. Somministrare con precauzione nei soggetti affetti da malattia vascolare occlusiva, asma, diabete ed in terapia con farmaci beta-bloccanti. Impiegare il prodotto con cautela, per il rischio di ritenzione urinaria, negli anziani e nei portatori di ipertrofia prostatica. 
L’uso, specie se prolungato, dei prodotti topici può dar luogo a fenomeni di sensibilizzazione: in tal caso è necessario interrompere il trattamento e, se del caso, istituire una terapia idonea. In assenza di risposta terapeutica completa entro pochi giorni consultare il medico; in ogni caso il trattamento non deve essere protratto per oltre una settimana. L’azione del preparato può essere integrata, a giudizio del medico, con una opportuna copertura antibatterica.
Il Tuaminoeptano solfato può determinare positività al test antidoping. 

 

Importante: Il conservante benzalconio cloruro può causare reazioni cutanee o broncospasmo. 

 
Il tuo
Fluimucil
Puoi trovare il prodotto Fluimucil adatto a te.

Nota: vi rendiamo attenti sul fatto che state per lasciare il sito www.fluimucil.ch. Zambon Svizzera SA non ha alcuna influenza sui contenuti e sul concetto delle pagine linkate e declina quindi ogni responsabilità.

continua